I motori diesel possiedono un’elevata efficienza energetica per quanto riguarda la generazione di energia e sono stati ampiamente utilizzati nei veicoli commerciali per molto tempo. A causa dell’imminente carenza di combustibili fossili nel prossimo futuro e dell’impatto dell’effetto dei gas serra negli ultimi anni, i tipi e le quantità di veicoli diesel sono cresciuti di anno in anno. Tuttavia, l’emissione di fumo del motore diesel è sempre stata un problema. Il fumo diesel può essere visto dagli occhi apparentemente e diventa un evidente problema di inquinamento. Per questo nasce il filtro antiparticolato e per conseguenza la necessaria rigenerazione FAP filtro antiparticolato.

Rigenerazione FAP filtro antiparticolatoIl filtro antiparticolato diesel tradizionale (FAP)

Il filtro antiparticolato diesel tradizionale (FAP) è attualmente la soluzione per risolvere il problema delle emissioni di fumo. Tuttavia, dopo aver utilizzato FAP per un certo periodo di tempo, la contropressione del motore aumenterà. Le prestazioni del motore saranno influenzate dall’accumulo di particelle di fuliggine. Le particelle di fuliggine devono essere rimosse. Questo processo è la rigenerazione FAP filtro antiparticolato.

Rigenerazione FAP filtro antiparticolato

Generalmente, il gasolio viene iniettato nel tubo di scarico e, con l’aiuto di un catalizzatore di ossidazione, il gasolio può essere bruciato e la temperatura di scarico viene aumentata al punto che le particelle di fuliggine accumulate nel FAP, filtro antiparticolato, possono essere “catturate”. Difatti a questo serve la rigenerazione FAP filtro antiparticolato.

Il sistema FAP aggrega il particolato dei gas di scarico in agglomerati di particelle senza un legame chimico miscelando al gasolio una sostanza chimica detta “cerina” (ossido di cerio) che possiede questa caratteristica. Tali agglomerati essendo più grossi del particolato originario, diventano “imprigionabili” dal filtro e non si disperdono in atmosfera. Il processo è controllato in modo automatico dal sistema FAP.

Fisicamente la cerina è collocata in uno speciale serbatoio di 5 litri, riempito fin dall’uscita dalla fabbrica. Ogni modello ha una sua autonomia di cerina compresa generalmente fra i 70.000 e gli 80.000 chilometri, oltre la quale si deve riempire nuovamente il serbatoio durante le normali operazioni di manutenzione in officina. Negli ultimi anni il sistema FAP ha beneficiato di investimenti migliorativi nella scelta dell’additivo e del supporto filtrante che hanno consentito un ulteriore guadagno in termini di autonomia.

Per qualsiasi esigenza contattaci.